Blog

Prima pagina

Come funziona la piastra elettrica?

piastra elettrica A differenza dei classici fornelli, la piastra elettrica ad induzione non necessita di gas per funzionare. Si tratta della soluzione più innovativa e moderna per cucinare attualmente in commercio. Il principio di funzionamento è differente dai classici fornelli a gas, ma soprattutto fornisce un rendimento energetico altissimo. Basti pensare, che un classico fornello a gas, rende solo per il 40%, mentre ad induzione fino al 92%!

Il suo funzionamento è molto semplice. Il piano a induzione è formato principalmente da una bobina e un piano cottura in vetroceramica. Quando la corrente che alimenta il piano cottura, attraversa la bobina, crea un campo elettromagnetico. Questo, si trasferisce direttamente alla pentola (non tutte vanno bene), trasformandosi in calore. Di conseguenza, una volta che la pentola si riscalda, il cibo al suo interno inizia a cuocere. Se per far bollire un litro di acqua, con un fornello a gas, impiegate circa 10 minuti, con uno ad induzione ce ne vogliono soltanto 3!

Differenze tra piastra elettrica e fornello a gas

Una delle domande che ci vengono poste più di frequente suona pressappoco così: “Si spende meno a cucinare con l’elettricità o con il gas?”. In termini di costi, il gas, a parità di calore sviluppato, costa meno della metà. Ma questo può farci dire con certezza che con il fornello a gas si risparmia? No. Innanzitutto, come detto in precedenza, la piastra elettrica ad induzione è molto più efficiente in termini energetici, per cui, per scaldare la stessa quantità di acqua, ci si impiega meno della metà del tempo. Gas ed elettricità, in questo caso, hanno un potere calorifero molto differente e l’elettricità ne esce nettamente favorita.

Breve storia dei prodotti

  • La piastra elettrica a induzione: si tratta dell’ultima evoluzione in termine di cucina. È differente dai piani cottura alogeni o radianti e presenta un’efficienza energetica molto più alta. Ma allora perché gli italiani sono così restii a cambiare? Semplice, la paura è il costo della bolletta elettrica e del fatto che in molti, per passare alla piastra elettrica in passato, hanno dovuto chiedere un aumento di potenza al gestore dell’energia. Questo significa costi maggiori. Oggi però, le cose sono cambiate. Le moderne piastre elettriche ad induzione, dispongono dei limitatori di energia, che non fanno saltare il contatore. Inoltre, i modelli nuovi, dispongono anche di luci a LED per donare all’utente la sensazione di calore, in quanto i piani entrano in funzione solo a contatto con le pentole e la superficie esterna resta totalmente fredda.
  • Il barbecue elettrico: questo è uno dei prodotti più utilizzati da coloro che vivono in città e nei condomini. Non potendo rilassarsi in giardino con un barbecue tradizionale a carbone, molte persone passano al barbecue elettrico, per non perdere il piacere di una grigliata. Grazie al barbecue elettrico, inoltre, non si producono fumi e i cibi vengono cotti in maniera più sana. Questi piccoli elettrodomestici sono sicuri, facili da pulire e adatti per qualsiasi esigenza.
  • La piastra per panini: si tratta di una piastra molto utilizzata per scaldare o cuocere i panini. Solitamente, è di forma rettangolare e dispone di due piastre che si chiudono a libro per cuocere. La piastra per panini viene utilizzata spesso nei bar per scaldare i panini, ma anche per cuocere diversi contorni. La piastra per panini è però adatta anche per un utilizzo domestico, perché disponibile di ogni forma o dimensione.